Ci stiamo trasferendo all'indirizzo www.lavoroimpresa.com

Regole base per una corretta tenuta della contabilità Condividi
di Nicola Santangelo - Venerdì 21 gennaio 2011

Contabilità La contabilità segue rigide regole dettate dalla normativa italiana quali l’ordine, la chiarezza e la completezza nonché l’assenza di spazi bianchi, interlinee, trasporti a margine o cancellature. Eventuali errori vanno racchiusi in riquadri e devono restare leggibili.

Le regole con cui va tenuta la contabilità sono dettate dal codice civile. Parallelamente a ciò la Suprema Corte con la sentenza n. 16707 del 24 maggio 2005 ha stabilito che costituisce irregolarità nella tenuta delle scritture contabili la scritturazione dei dati per mezzo della matita.



Le annotazioni a matita, infatti, a causa della loro precarietà, modificabilità e alterabilità non possono ritenersi rispondenti alle esigenze poste dalla legge. L’obiettivo delle scritture contabili è quello di consentire una chiara e completa rappresentazione della consistenza patrimoniale e dei risultati conseguiti dall’impresa.

Pertanto, le annotazioni a matita in contabilità sono irregolari poiché si considerano inesistenti e il contribuente non può invocare l’incertezza della norma per evitare sanzioni.

Questo blog cresce anche grazie alle vostre donazioni. Contribuire alla sua crescita significa ricevere in cambio un servizio migliore: notizie, file da scaricare, opinioni e tanto altro. Se anche voi volete contribuire alla sua crescita sostenete il progetto con una donazione.


Nome:

E-mail:

Sito Web:

Messaggio:




Articoli correlati


Progetti più scaricati
Articoli più letti